Cesena, l’abbazia del monte sprofonda: «Il terreno si abbassa»

Must Try

Fessure e crepe esistenti da tempo che si stanno via via facendo sempre pi preoccupanti, pavimento sconnesso e varie cantine antiche per forza di cose puntellate. La situazione strutturale del complesso dell’Abbazia di Santa Maria del Monte di Cesena ha visto nell’ultimo anno un progressivo peggioramento: un luogo identitario per la citt e per i tanti fedeli che vi arrivano anche da fuori per ammirarne il patrimonio artistico e religioso accumulato in secoli di storia, ma che sta tenendo con il fiato sospeso la sua congregazione benedettina e il suo priore, don Mauro Maccarinelli. Del resto, l’intero colle su cui sorge l’Abbazia soggetto a piccoli movimenti del terreno, ha detto quest’ultimo a margine della conferenza di presentazione degli appuntamenti estivi promossi dalla societ Amici del Monte, legati alla natura stessa del territorio, argilloso e particolarmente fragile. Per questo si gi iniziato a effettuare ulteriori controlli sulla stabilit dell’intero edificio, nonch a verificarne le fondazioni. Le ipotesi relative ai primi interventi riguardano proprio queste ultime, al cui consolidamento potrebbe seguire una nuova fase di restauro.

L’abbazia di Santa maria del Monte

Il peggioramento

Il peggioramento constatato nell’ultimo anno sembra essere dovuto a un abbassamento del terreno, a sua volta determinato dalla siccit e dal caldo prolungato. A fronte di una tale situazione, don Mauro non ha potuto che riflettere sull’ingente impegno economico: La previsione quella della necessit di risorse importanti a cui la comunit, da sola, non pu di certo far fronte. Un allarme al quale l’amministrazione comunale ha voluto subito rispondere aprendo un ulteriore tavolo di confronto tra il sindaco, Enzo Lattuca, il priore e l’intera comunit benedettina; annunciando la volont di destinare loro parte dei fondi del Pnrr: All’interno della missione uno vengono infatti stanziati 800 milioni di euro per la realizzazione di un piano di interventi preventivi antisismici per ridurre significativamente il rischio sul patrimonio di culto ed evitare l’investimento necessario per il ripristino dopo eventi calamitosi, oltre che la perdita definitiva di molti beni. Non saranno, queste, risorse destinate ai Comuni, ma direttamente agli edifici di culto. L’amministrazione, tuttavia, assicura il sostegno all’Abbazia al fine di aiutare la comunit benedettina nel tentativo di sfruttare questa opportunit e di reperire risorse.

La storia

Una promessa di impegno che il primo cittadino ha voluto trasformare anche in un momento per ricordare il valore dell’intero complesso: L’Abbazia benedettina del Monte un luogo di culto centrale per la comunit ed essenziale per il territorio regionale anche per essere meta di pellegrinaggio mariano e tappa del Cammino di San Vicinio. La citt di Cesena storicamente legata da un affetto unico per l’Abbazia che si rinnova tradizionalmente il 15 agosto di ogni anno in occasione della processione, che partendo dal centro storico cittadino approda in Basilica, dove conservata l’immagine della Madonna con il bambino. Da sempre centrali nelle vicende che hanno interessato il nostro territorio, i monaci benedettini sono protagonisti assoluti della storia di Cesena. Negli anni se ne sono susseguite ovviamente tante altre di fasi di ristrutturazione, basti pensare alla completa ricostruzione dopo la distruzione della seconda guerra mondiale, raccontata tra l’altro nel libro Clausura violata di don Placido Zucal, o ancora, a quelli pi recenti e condotti sotto don Luigi Crippa. Nel primo decennio degli anni Duemila si sono cos aggiunti nuovi luoghi e spazi d’incontro e di spiritualit. Al Monte presente una delle biblioteche pi affascinanti del territorio composta di circa 55 mila volumi di carattere teologico ed umanistico, il Laboratorio di restauro del libro, e la collezione pi antica d’Europa degli Ex Voto mariani. Cos, ancora oggi dal lontano 1001 quando la tradizione vuole fissare la sua nascita, l’Abbazia un luogo vivo e dal profondo legame con i fedeli.

La newsletter del Corriere di Bologna

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Bologna e dell’Emilia-Romagna iscriviti gratis alla newsletter del Corriere di Bologna. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

10 luglio 2021 (modifica il 10 luglio 2021 | 19:41)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest Recipes

More Recipes Like This