Covid in Emilia Romagna, il bollettino: oltre 13mila nuovi casi e 38 vittime in 24 ore

Must Try

Prosegue, in Emilia-Romagna, il calo dei positivi al Coronavirus: nelle ultime 24 ore, infatti, sono stati individuati 13.561 nuove positivit, sulla base di oltre 90mila tamponi registrati. Sostanzialmente stabili, invece, i ricoveri: in terapia intensiva ci sono 150 ricoverati (+2 rispetto a ieri, 94 dei quali non vaccinati), mentre negli altri reparti Covid i degenti sono 2.594 (-31). Si contano per ancora 38 morti: fra loro ci sono anche tre uomini sotto i 60 anni, un 55enne a Modena, un 58enne a Bologna e un 58enne a Rimini il cui decesso stato per registrato a Modena. Visto il ritmo lento delle guarigioni, i casi attivi anno raggiunto quota 383.976: si tratta di oltre l’8,5% dell’intera popolazione, praticamente quasi un residente in regione su 11 attualmente positivo al Covid. Il 99,3% dei casi attivi, per, in isolamento domiciliare perch asintomatico o perch comunque non necessit di particolari cure. Nell’ultima settimana in regione, come emerso dal punto della Giunta in commissione assembleare, si osservata una stabilizzazione della curva e una flessione dell’incidenza, con l’Rt oggi a 0,98.

Per i non vaccinati le probabilit di morire sono 36 volte di pi

Il report mensile dell’Agenzia sanitaria e sociale della Regione Emilia-Romagna ha analizzato l’incidenza del Covid-19 e delle sue conseguenze sul territorio nel mese di gennaio (dati al 17/01). Il rischio di essere ricoverati in terapia intensiva per Covid-19 o di morire per i non vaccinati 36 volte maggiore rispetto a chi ha ricevuto la dose booster. Un divario che si mantiene altissimo anche se rapportato ai vaccinati con due dosi entro i quattro mesi: rispetto a questi ultimi, i non vaccinati rischiano 33,3 volte in pi di finire in terapia intensiva e 9,5 volte in pi di morire. Anche i dati di questo ultimo monitoraggio – sottolinea l’assessore regionale alle Politiche per la Salute, Raffaele Donini – confermano quanto ormai noto: la scelta di non vaccinarsi molto pericolosa.

Il rischio di contagio e di ricovero

L’analisi indica che i non vaccinati hanno un rischio di infettarsi che va da 1,4 volte di pi rispetto ai vaccinati da pi di 4 mesi, a 1,9 volte maggiore rispetto ai vaccinati entro 4 mesi, fino ad arrivare a 2,7 maggiore quando confrontati con i vaccinati che hanno ricevuto la dose booster. Per i non vaccinati il rischio di essere ricoverati in ospedale 5 volte maggiore in confronto ai vaccinati da oltre 4 mesi; 11,1 volte maggiore rispetto ai vaccinati entro i 4 mesi, fino ad arrivare a 21 volte di pi in coloro che hanno ricevuto la dose booster. E ancora, i non vaccinati rischiano di essere ricoverati in terapia intensiva 1,8 volte in pi rispetto ai vaccinati da oltre 4 mesi, 33,3 volte in pi rispetto ai vaccinati entro i 4 mesi, fino ad arrivare a 36 volte in pi in coloro che hanno ricevuto la dose booster. Infine, per i non vaccinati il rischio di morire 4,7 volte maggiore in confronto ai vaccinati da oltre 4 mesi, 9,5 volte pi alto rispetto ai vaccinati entro i 4 mesi, fino ad arrivare a 36 volte in pi a confronto con chi ha ricevuto la dose booster.

La newsletter del Corriere di Bologna

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Bologna e dell’Emilia-Romagna iscriviti gratis alla newsletter del Corriere di Bologna. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

25 gennaio 2022 (modifica il 25 gennaio 2022 | 17:04)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest Recipes

More Recipes Like This