Isabella Conti, chi è la candidata alle primarie di Bologna

Must Try

Cesare Cremonini e Isabella Conti (foto da Facebook)

Isabella Conti, 38 anni (saranno 39 il 19 luglio) nata a Bologna. Sindaca di San Lazzaro di Savena dal 2014 da dove si fatta conoscere in tutta Italia per la lotta alla cementificazione contrastando il progetto edilizio della cosiddetta Colata di Idice: ne conseguita una vicenda giudiziaria che la vede finora vincitrice nei confronti delle richieste di risarcimento da parte delle cooperative e dal punto di vista giudiziario conclusa con archiviazioni per chi era accusato di averle fatto pressioni. Un altro tema grazie al quale ha conquistato notoriet la gratuit dei asili nido nella sua cittadina. Ha frequentato il liceo classico Galvani di Bologna (come lo sfidante Matteo Lepore) e successivamente ha intrapreso gli studi e la carriera di avvocata.

L’uragano delle primarie

La sua discesa in campo in queste primarie stata un vero uragano: si presenta da indipendente anche se fa parte del direttivo nazionale di Italia Viva, dopo aver abbandonato il Pd nel 2019 (ha sempre fatto parte dai tempi dell’universit di liste e partiti del centrosinistra). La sua candidatura stata spoilerata dal leader di Iv, Matteo Renzi, che l’ha lanciata e questo ha rappresentato in queste settimane il grande punto debole per Conti. Lei ha voluto rimarcare la sua indipendenza, ha gi detto che in caso di vittoria alle primarie si dimetter da sindaca di San Lazzaro e in caso contrario concluder il suo mandato. la candidata che pi convince la parte del Pd che fa riferimento agli ex renziani di Base Riformista, infatti ha spaccato il partito e ha trovato l’appoggio non solo di liste e partiti centristi ma anche di parte di Europa Verde e dei giovani di Volt. Ha spesso polemizzato per l’atteggiamento del Pd nei suoi confronti e negli ultimi giorni ha avuto uno scontro anche con Romano Prodi. Ha anche ricevuto alcuni endorsement dal mondo artistico bolognese come quello di Cesare Cremonini.

Il profilo inedito

Conti Ha deciso di rispondere alle nostre domande su alcuni suoi gusti personali dando un ritratto privato inedito.

Quali sono i suoi tre libri preferiti? O gli scrittori?
I Miserabili di Victor Hugo, Delitto e castigo di Fdor Dostoevskij e I di William Shakespeare

Il personaggio storico che lo affascina da sempre?
Aspasia di Mileto

La passione oltre la politica?
La musica

L’atto politico pi importante compiuto finora?
Ne ho tre. Lotta alla cementificazione, rispetto della legalit e nidi come scuola

La pi grande ingiustizia subita?
Ho la fortuna di dimenticare

Descriva l’avversario in tre aggettivi.
Pacato, ironico e tenace

Lo slogan preferito nelle primarie e nella vita.
Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare

Famiglia. Fidanzata? Sposata? Figli?
Sposata

Il luogo preferito di Bologna
Portico del Duse in via Cartolerie

Cosa ricorda del suo avversario dei tempi del Galvani?
Era molto pacato anche a quei tempi, mentre io ero pi rivoluzionaria

Il bilancio di questa campagna elettorale? Errori? Rimpianti?
Sono molto felice di quello che abbiamo fatto. Assolutamente nessun rimpianto, ma grande gratitudine per aver fatto cose magnifiche con persone splendide

Il politico di riferimento?
Winston Churchill

Un personaggio della citt che ammira o ha sempre ammirato
Maurizio Cevenini (l’esponente Pd, consigliere comunale e regionale, che si suicidato nel 2012, ndr)

Gusti musicali e artisti preferiti
Amo il Jazz e il Blues. Tra i miei artisti preferiti ci sono Billie Holiday, Nina Simone e Stevie Wonder

Il viaggio che nella vita pi ha inciso?
Brasile, nella favela da Rocinha dove ho capito la differenza tra povert e miseria

Il piatto preferito in generale e nella cucina bolognese?
Tagliatelle al rag e zuppa inglese

Dove aspetter il risultato?
Sar insieme alle persone che mi hanno sostenuto in questa avventura

Un luogo di Bologna che vuole cambiare?
I giardini in via del Guasto

Sport. Le passioni nel tifo (calcio, basket o altro…uno sportivo in particolare)
Mi piace la scherma e Beatrice Vio

C’ qualcosa di scaramantico che fa di solito nelle occasioni importanti e che far?
Incrocio le dita

C’ un filosofo o un pensatore che incide nel suo modo di fare politica?
Umberto Galimberti, che ho avuto anche l’opportunit di intervistare

Tre caratteristiche che deve avere chi si dice di sinistra.
Sentire sulla propria pelle il dolore, le speranze, i sogni e le angosce delle persone. Sentire l’urgenza di dare risposte e progettare ora per il futuro per prevenire ingiustizia sociale e diseguaglianze

Un grande nome che sognerebbe nella giunta?
Paolo Natali, ricercatore bolognese che dal 2015 lavora nel Rocky Mountain Institute dove presiede il programma di Climate Intelligence

Tre parole per la sua Bologna
Libera, coraggiosa e donna

La newsletter del Corriere di Bologna

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Bologna e dell’Emilia-Romagna iscriviti gratis alla newsletter del Corriere di Bologna. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

20 giugno 2021 (modifica il 20 giugno 2021 | 20:08)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest Recipes

More Recipes Like This